ll dentista per bambini: il migliore amico dei tuoi figli

Il dentista per bambini, meglio noto come pedodontista, è l’esperto che cura la bocca e i denti dei pazienti dall’infanzia ai primi anni di adolescenza; ha una preparazione professionale, clinica e psicologica che gli permette di trattare bambini, anche piccolissimi, attuando un approccio volto a instaurare un rapporto di fiducia e collaborazione.  Scopriamo di più su questa figura e sui consigli che ha da darci!

Vuoi portare tuo figlio da un dentista per bambini? Contattaci!

Il dentista per bambini: il suo ruolo

Il pedodontista, noto anche come dentista pediatrico, è il medico odontoiatra specializzato in tecniche e patologie dei pazienti da 0 a 14-16 anni. Si differenzia da un dentista normale innanzitutto per l’approccio che ha verso i piccoli pazienti. Ogni aspetto e ogni fase del rapporto e della cura, ma anche l’ambiente stesso in cui opera, sono infatti studiati “su misura di bambino”. Spesso si sottovaluta questo aspetto, ignorando il fatto che un approccio sbagliato dal punto di vista comportamentale, anche se magari perfetto sotto l’aspetto medico, può causare traumi psicologici al paziente. Queste esperienze negative, oltre alla paura per il dentista, potrebbero pregiudicare in modo pesante la salute orale se poi la persona iniziasse a rimandare le visite per non rivivere quel disagio. Proprio per questo il dentista per bambini è indicato anche per far riacquisire sicurezza a tutti i quelli che hanno paura del dentista.

Come opera il pedodontista? Dall’approccio al trattamento

Il dentista pediatrico si occupa principalmente di prevenzione e di educazione a una corretta igiene orale e/o comportamentale per salvaguardare la salute dei denti. In questo modo permette ai suoi piccoli pazienti di preservare il proprio stato di salute e non presentare problemi nel corso degli anni. Insieme all’igienista dentale, si occupa anche del controllo delle carie; suggerisce la dieta più indicata da seguire, sigilla eventuali solchi, applica fluoro dove necessario. Oltre ai problemi di salute dei denti, il pedodontista tratta anche l’ortodonzia.

A che età è consigliata la prima visita?

Verso i 3 anni, il piccolo avrà già una dentatura da latte completa, o quasi. Per questo motivo, consigliamo di far fare la prima visita dentistica al vostro bambino intorno ai 5 anni, per verificare che la crescita dei denti decidui, meglio conosciuti come i “denti da latte”, sia avvenuta completamente. Più o meno a 6 anni, inizieranno a comparire i primi denti permanenti ed è quindi molto importante evitare che si formino delle carie.

I consigli della Dott.ssa Tubertini: Pedodontista di Smile.PRO

Ecco alcuni consigli della nostra esperta in merito ai quesiti delle nostre mamme:

  • DENTI DA LATTE: Stanno spuntando i primi dentini e tuo figlio piange? Dopo esserti lavata bene le mani, puoi strofinare dolcemente il tuo dito sulle gengive in modo da creargli sollievo. Oppure, puoi ricorrere a dei gel lenitivi pensati appositamente per ridurre questa tipologia di dolore: sono reperibili in farmacia senza ricetta. Un’alternativa sono gli anelli per la dentizione: sono fatti di plastica e pensati appositamente per essere morsi dai bambini. Non dimenticare, ovviamente, di fargli le coccole e dargli piccoli baci con parole rassicuranti. Questi funzionano sempre contro il dolore!
  • PREVENZIONE CARIE: Può iniziare dalla comparsa dei primi denti da latte, curando l’alimentazione del bambino. È importante limitare le abitudini scorrette come quella di immergere il ciuccio nello zucchero o in altri dolcificanti. Inoltre bisogna tener conto del fatto che il nostro organismo resiste a 5 attacchi acidi al giorno (avvengono dopo aver assunto qualsiasi alimento che non sia l’acqua). Quindi al bambino vanno somministrati il numero di pasti necessari senza alimentarlo continuamente, soprattutto una volta spuntati i primi denti.  Con la comparsa dei denti da latte è importante guidare il piccolo verso le corrette manovre di igiene orale.
  • CURA CARIE: Per la cura delle carie è necessario rivolgersi il prima possibile al dentista pediatrico. La carie è una malattia degenerativa: con il passare del tempo peggiora e rivolgersi subito a un esperto permette di non dover ricorrere a terapie invasive. 
  • DENTI STORTI: Il corretto allineamento della dentatura non va sottovalutato: da questo può dipendere la salute di tutta la bocca e non solo. Il consiglio che diamo è quello di rivolgersi a un dentista pediatrico che valuti attentamente il caso e, finché si è bambini cercare di intervenire il prima possibile per rimediare al problema. Una dentatura non allineata oltre ad essere pericolosa per l’equilibrio della struttura generale della bocca, è antiestetica. Il piccolo deve sentirsi libero di sorridere e avere fiducia in sé stesso.

    Vuoi portare tuo figlio da un dentista per bambini? Contattaci!

INVIACI I TUOI DATI

Ti contatteremo per darti le informazioni di cui hai bisogno e per prendere un appuntamento.