Blog

allineatori trasparenti news

La quotidianità con gli allineatori trasparenti

Gli allineatori trasparenti sono una delle più innovative soluzioni per ridare ai tuoi denti l’armonia che meritano. 

Sono veramente comode e pratiche, tuttavia la convivenza con queste mascherine richiede tempo e pratica. 

Leggi il nostro articolo per scoprire come passare la tua quotidianità con gli allineatori trasparenti in serenità!

Buongiorno a tutti, cari lettori. 

Se siete finiti su questo articolo è probabile che tu stia valutando di fare o stai già facendo un trattamento con le faccette trasparenti.
In questo articolo ti vogliamo dare alcune “pillole” che ti saranno molto utili per gestire tutte le piccole attività quotidiane che ti troverai ad affrontare. 

Come mettere gli allineatori trasparenti e come toglierli

Innanzitutto, partiamo dall’attività che, all’inizio di ogni trattamento, crea sempre un po’ di problemi… l’inserimento e la rimozione degli allineatori trasparenti. 

Le mascherine vanno cambiate una volta ogni settimana. Per sapere quando farlo ti basterà consultare la data che il nostro staff avrà segnato sul pacchetto. 

È assolutamente indifferente se scegli di mettere la mascherina trasparente superiore o inferiore. L’importante è portarle sempre e usarle in contemporanea. 

Come mettere la mascherina? allineatori trasparenti news 1

Per metterti gli allineatori trasparenti ti basterà seguire queste piccole regole per non sbagliare mai:

  • Usa entrambe le mani per inserirle, in questo modo potrai assicurati di applicarle correttamente
  • Fai calzare la mascherina sui denti anteriori ed in seguito falla calzare sui denti posteriori 
  • Assicurarsi che sia tutto al suo posto usando un chewis!

Il Chewis è uno strumento che viene usato in concomitanza con gli allineatori trasparenti. Si tratta di un piccolo strumento in plastica 

Togliere le mascherine è leggermente più complicato, ma grazie a questi consigli imparerai davvero in fretta:

  • Utilizza l’indice della mano destra per scalzare la mascherina dal lato interno della bocca partendo dall’ultimo dente
  • Effettua l’operazione in modo speculare con la mano sinistra. Se nei primi tempi fai fatica potrebbe esserti d’aiuto usare un pezzo di carta per aiutarti a mantenere la presa sull’allineatore.

Se hai difficoltà con questo metodo, ti consigliamo un’altra modalità: 

  • Con entrambe le dita (indice e pollice) scalza la mascherina

La tua quotidianità con gli allineatori trasparenti 

Adesso risponderemo ad un paio di domande che frequentemente ci vengono poste dai nostri pazienti riguardo la loro convivenza 

Quante ore devo tenere gli allineatori trasparenti? allineatori trasparenti news 2

Dovresti sempre tenerle! Gli unici momenti in cui puoi togliere le mascherine sono: 

  • Durante la routine di igiene orale 
  • Quando bevi qualcosa di caldo o di colorato 
  • Quando mangi 

Le puoi tranquillamente tenere quando bevi qualcosa di freddo o trasparente, perché non vanno ad influire sulla forma o l’estetica della mascherina. 

Come e quando si puliscono le mascherine? 

Ogni volta che ti lavi i denti, ricordati di lavare anche le mascherine!

Ti consigliamo di lavarle sotto un po’ di acqua fredda o tiepida, in questo modo non corrono il rischio di deformarsi. 

Quando le lavi tienile nel palmo della mano e spazzolare con cura. 

Quando conviene cambiare le mascherine?

Il momento migliore per cambiare la mascherina è prima di dormire. Appena si mette un allineatore nuovo, è normale provare un piccolo fastidio; facendolo prima di andare a dormire avrai tutto il tempo di abituarti e, una volta sveglio, potrai passare la tua giornata in totale tranquillità.  

  • Apri le bustine solo quando è segnato. Così eviterai di fare confusione e di commettere errori con le mascherine. 
  • Tieni le mascherine usate e mettile da parte: in questo modo potrai renderti conto del punto in cui sei arrivato nel percorso di riabilitazione ortodontica. È importantissimo conservarle nella busta apposita per farle controllare al Dott. Pasciuti. 

Continua a seguirci su Facebook e Instagram o leggi altri nostri articoli per sapere di più sull’ortodonzia trasparente.

denti cariati dei bambini

Denti cariati dei bambini: cosa fare?

I bambini sono dei gran golosoni, e sono tentati da tutto ciò che è dolce e contiene cioccolato, ancora di più in questo periodo dell’anno. A causa del consumo esagerato di questi alimenti, i bambini potrebbero sviluppare le carie, una patologia frequentissima, che, se trattata in tempo, può essere curata in modo veloce e non invasivo.

Per conoscere cosa fare con i denti cariati dei bambini, leggi il nostro articolo.

Perché i denti dei bambini si cariano?

Le carie nei denti dei bambini nascono dalla presenza di batteri non graditi all’interno del cavo orale, che si annidano nella placca batterica. Questo avviene quando il bambino consuma una quantità esagerata di cibi che contengono una carica zuccherina elevata: in questo modo, all’interno della bocca si producono sostanze acide che tendono ad attaccare la superficie dei denti

I batteri rovinano lo smalto, incentivando la comparsa di carie. La carie, nel suo stadio iniziale, si manifesta solamente con un cambiamento di colore con la presenza di macchie visibili. Se la carie non viene curata, procede ad intaccare il dente, fino a raggiungere la polpa del dente e provocare, di conseguenza, un forte mal di denti – sarà visibile un buco scuro.

Come bloccare le carie?

Non appena ci si accorge dei sintomi appena descritti, è necessario intervenire per curare la carie, perché i denti dei bambini hanno funzioni importantissime per lo sviluppo del piccolo paziente. Come fare? È necessario contattare il dentista per bambini, che potrà intervenire con diversi trattamenti. 

A seconda del tipo di carie, dell’intensità e dall’età del bambino, il dentista deciderà come intervenire sui denti cariati dei bambini. 

In caso la carie fosse in una fase iniziale, il dentista potrà decidere di applicare del gel al fluoro o di rivestire l’area per sigillarla. 

 

Se invece la carie è in fase più avanzata, il dentista procederà con l’otturazione del dente. L’otturazione del dente è un trattamento molto comune tramite il quale vengono rimossi i tessuti danneggiati, disinfettata l’area e riempite le fessure lasciate vuote ripristinando la morfologia e l’integrità del dente. 

Se la carie è progredita a tal punto da intaccare la polpa del dente, l’odontoiatra potrà intervenire devitalizzando il dente: una procedura che permette di evitare l’estrazione e che consiste nell’asportare la polpa del dente e incapsularlo con un rivestimento di ceramica che permette di proteggerlo da futuri attacchi. 

Questo ci fa capire quanto importante sia intervenire in tempo quando si tratta di carie dentali. La buona notizia è che un ruolo fondamentale ce l’ha la prevenzione. Tramite infatti controlli regolari e corrette abitudini quotidiane tra cui una regolare e profonda igiene orale quotidiana, è possibile prevenire le carie o intervenire in tempo in caso fosse necessario. Vediamo insieme qualche consiglio per aiutare il tuo bambino nella cura della sua igiene orale!

Come aiutare il bambino nella pulizia dei denti? Qualche trucchetto!

Sappiamo che non è sempre facile convincere i bambini a fare determinate azioni, ma i genitori possono inventarsi tantissime strategie per aiutare i piccoli! 

  • I bambini amano imitare i genitori. Perché non cogliere l’occasione per lavarsi i denti insieme? Un momento di condivisione per la salute orale.
  • Lo spazzolino deve diventare un oggetto amico dei più piccoli. Spiegare la sua funzione, la corretta impugnatura, le tecniche di pulizia sono passaggi fondamentali per rendere l’igiene dentale un esercizio facile.
  • Raccontare delle favole che parlano di pulizia dei denti potrebbe essere un ottimo metodo per invogliare il bambino a copiare ciò che fa il protagonista della storia.
  • Un giocattolo e tutto passa! Lasciare al bambino un giocattolo durante la pulizia lo aiuta sicuramente a sentirsi sicuro e divertito.

Insomma, la carie è una patologia frequentissima che, se presa in tempo, potrà essere trattata in modo semplice e non invasivo. Tramite un’accurata prevenzione alimentare e igienica sarà poi possibile ridurre al minimo il rischio di sviluppare denti cariati nei bambini. Se hai bisogno di consigli o una consulenza non esitare a contattarci! 

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nostri servizi e contattaci per prenotare una visita.

pulizia denti bambini

Consigli per la pulizia dei denti dei bambini

Lo ripetiamo da sempre e continueremo a ripeterlo: una corretta crescita dei denti permanenti nasce dal rispetto delle norme di igiene orale e dalle visite periodiche dal dentista fin dai primi mesi.

Desideri qualche consiglio per la pulizia dei denti dei bambini? Leggi il nostro articolo.

 

Per creare un bel rapporto tra i bambini ed i denti, è importante abituarli fin da subito alla corretta routine per la pulizia dei denti. 

Se la visita dal dentista si dovrebbe fissare attorno ai 5-6 anni, la pulizia dei denti inizia molto prima… Dai primi mesi di vita!

QUANDO INIZIARE CON LA PULIZIA DEI DENTI DEI BAMBINI

Una domanda che spesso ci viene rivolta è “quando è il momento corretto per iniziare a lavare i denti?”.
Noi rispondiamo che i denti devono essere curati e puliti ancora prima che spuntino, utilizzando un panno morbido, acqua ed il semplice dito della mamma o del papà, ben pulito ovviamente. In questo modo, si passa l’acqua sulle gengive, iniziando a mantenere pulito il cavo orale.

Il passaggio allo spazzolino avviene in maniera graduale, in concomitanza con la comparsa del primo dentino, avendo l’accortezza di pulire i denti due volte al giorno ed utilizzando poco dentifricio (aumentando la quantità un poco alla volta).

Anche i bambini, in realtà, possono utilizzare il filo interdentale. Consigliamo di utilizzarlo quando i denti crescono e risulta difficile utilizzare lo spazzolino in alcuni punti, proprio come accade con i denti permanenti.

QUALCHE CONSIGLIO IMPORTANTE

Per i bambini, soprattutto i più piccoli, è importante creare una specie di routine così da abituarli fin da subito e far diventare la pulizia orale un’azione automatica.
Per la pulizia lo spazzolino gioca un ruolo fondamentale, in quanto deve essere scelto con cura: spazzolino a setole morbide per i denti dei più piccoli, per poi passare allo spazzolino a setole dure. Questo deve essere utilizzato in maniera circolare, senza esagerare con la pressione.

COME AIUTARE IL BAMBINO NELLA PULIZIA DEI DENTI? QUALCHE TRUCCHETTO!

Molto spesso non è facile convincere i bambini a fare determinate azioni, ma i genitori possono inventarsi tantissime cose per aiutare i piccoli! 

  • I bambini amano fare le cose che fanno i genitori. Perché non cogliere l’occasione e lavare i denti insieme? Un momento di condivisione per la salute orale.
  • Lo spazzolino deve diventare un oggetto amico dei più piccoli. Spiegare la sua funzione, la corretta impugnatura, le tecniche di pulizia sono passaggi fondamentali per rendere l’igiene dentale un esercizio facile.
  • Raccontare delle favole che parlano di pulizia dei denti potrebbe essere un ottimo metodo per invogliare il bambino a copiare ciò che fa il protagonista della storia.
  • Un giocattolo e tutto passa! Lasciare al bambino un giocattolo durante la pulizia lo aiuta sicuramente a sentirsi sicuro e divertito.

 

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nostri servizi e contattaci per prenotare una visita.

mamma bacia bambino ciuccio | ciuccio denti storti

Ciuccio e denti storti: qual è il rapporto?

Anche i più piccoli soffrono di denti storti e, tra le varie cause, potrebbe esserci l’utilizzo prolungato del ciuccio.

Perché? E come fare per evitare che questo accada?

Leggi il nostro articolo per saperne di più

Denti storti e ciuccio: due elementi correlati tra loro, il cui rapporto deve essere gestito in maniera intelligente e consapevole.

Oltre a causare i denti storti, il ciuccio o l’abitudine di succhiarsi il pollice potrebbero sviluppare un’anomalia nel palato. Inoltre, si potrebbe verificare la condizione di deglutizione atipica, cioè un’alterazione nella deglutizione che causa un movimento anomalo della lingua e contrazioni muscolari che avvengono in maniera non corretta.

PERCHÉ USARE IL CIUCCIO

Il ciuccio per i bambini più piccoli è il modo più semplice ed efficace per salvare mamma e papà da situazioni difficili, nelle quali niente altro potrebbe calmare o tranquillizzare il piccolo.

Il ciuccio, infatti, ha dei vantaggi:

  • culla il bambino per addormentarsi;
  • rilassa e distende i muscoli;
  • diventa uno strumento di protezione.

I piccoli tendono a portarsi alla bocca qualsiasi oggetto che hanno in mano, perché è il modo più semplice per esplorare ciò che non conoscono.

CIUCCIO E DENTI

In generale, i danni causati dall’utilizzo del ciuccio e la loro gravità dipendono da quanto frequentemente viene utilizzato, per quanto tempo e quanto intensamente. Le conseguenze dell’utilizzo del ciuccio si possono riscontrare fin dal primo anno di età.

La condizione che si nota più spesso è quella del morso aperto, cioè la suzione esagerata del ciuccio (e talvolta anche del dito) che causa una crescita non corretta dei denti, modificando anche l’apparato scheletrico nella zona interessata.Un’altra condizione frequente è la sporgenza dell’arcata superiore, ossia lo spostamente dei denti superiori, che risultano più prominenti rispetto a quelli inferiori.

QUALCHE CONSIGLIO PER EVITARE I DENTI STORTI CAUSATI DAL CIUCCIO

Ecco qualche consiglio utile per evitare condizioni difficili da correggere:

  • il ciuccio può essere utilizzato dalla 4-6 settimana di vita, ed eliminato gradualmente dal primo anno di età (senza superare i 18 mesi);
  • il genitore dovrebbe avere un occhio di riguardo per quanto riguarda il tempo di utilizzo del ciuccio;
  • scegliere il ciuccio in base all’età ed alla tipologia è fondamentale. Il ciuccio in silicone è più indicato per i primi mesi di vita mentre quello in caucciù è consigliato dopo i 6 mesi;
  • il ciuccio deve essere sostituito periodicamente, per evitare sia che si adatti al cavo orale sia per un discorso di igiene;
  • evitare di intingere il ciuccio nel miele e nello zucchero. Gli alimenti ad alto contenuto di zucchero potrebbe provocare la comparsa di carie.

Per evitare i denti storti, è consigliato eliminare il ciuccio entro i 3 anni di età ed eliminarlo completamente entro i 6 anni, perché è il periodo in cui si sviluppano i denti permanenti.

 

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nostri servizi e contattaci per prenotare una visita.

carie ai denti da latte

Carie ai denti da latte: cosa sono e come prevenirle?

La carie ai denti da latte è una problematica che provoca fastidi, ma che spesso si tende a sottovalutare in quanto interessa elementi dentari destinati a cadere.

In realtà è importantissimo curare questa condizione e cercare di prevenirla.

Vediamo insieme come e perché in questo articolo.

 

COS’È LA CARIE AI DENTI DA LATTE 

 

La carie ai denti da latte è una problematica che interessa i bambini che non hanno ancora sviluppato una dentatura permanente. I batteri che la provocano sono gli stessi delle carie degli adulti, e portano gradualmente alla distruzione del dente, se non adeguatamente trattate.

 

La carie ai denti da latte può provocare dunque la perdita precoce dell’elemento dentario, che influirà in modo negativo sullo sviluppo del cavo orale del piccolo, portando anche a malocclusioni e disallineamenti.

 

LE CARIE DEI BAMBINI SONO COME QUELLE DEGLI ADULTI?

 

Nonostante le carie ai denti da latte vengano provocate dagli stessi microrganismi di quelle degli adulti, si distinguono per un dettaglio: la velocità.

Nei bambini infatti la carie tende a corrodere lo smalto dei denti molto più facilmente, in quanto quest’ultimo, in questa fase della vita, è meno resistente e mineralizzato, e dunque più facile da distruggere per i batteri, che arrivano in profondità in pochissimo tempo.

 

COSA PUÒ FARE IL DENTISTA?

 

Il dentista, oltre a monitorare la salute del cavo orale del piccolo durante la visita, può proporre trattamenti preventivi per limitare la comparsa di carie.

Tra questi i principali sono:

  • Fluoroprofilassi: un trattamento che, attraverso l’applicazione del fluoro, rinforza lo smalto dentale e lo rende più resistente.

 

  • Sigillatura dei denti: una procedura che consiste nell’applicazione di una speciale resina sui solchi occlusali dei denti, in particolare dei molari, per impedire l’azione dei batteri. La sigillatura è completamente indolore e rapida, perfettamente sopportabile dai più piccoli.

 

COSA POSSONO FARE I GENITORI?

I genitori nella prevenzione della carie ai denti da latte svolgono un ruolo essenziale.

Sono loro, infatti, i responsabili principali dell’igiene orale del piccolo: è importante che svolgano le corrette manovre regolarmente e che gli insegnino, con il tempo, a prendersi cura del suo cavo orale al meglio.

Un altro punto fondamentale è l’alimentazione: è da evitare l’eccessivo consumo di bevande e cibi zuccherati, nonostante siano i preferiti dei più piccoli.

È importante, inoltre, non abituare il bambino ad addormentarsi con il ciuccio intriso di miele o altre sostanze zuccherine, per evitare lo sviluppo della carie da biberon, che interessa soprattutto i bambini molto piccoli e provoca molti fastidi.

Infine, è fondamentale prenotare visite periodiche dal dentista, fin dai 3-4 anni di età, per monitorare la salute del cavo orale, e individuare eventuali problematiche quando è ancora possibile porvi rimedio con trattamenti poco invasivi e meno complessi.

 

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nostri servizi e contattaci per prenotare una visita.

apparecchio trasparente bambini

Apparecchio trasparente bambini: 4 modi per gestirlo al meglio

Apparecchio trasparente bambini? Con Invisalign® è possibile pianificare e svolgere il trattamento ortodontico del tuo piccolo in modo semplice ed efficace.

Spesso si pensa che il fatto di dover mettere e togliere le mascherine possa essere difficile da gestire per il bambino, in realtà, come abbiamo visto spesso tra i nostri piccoli pazienti, aiuta a renderli più consapevoli del proprio corpo e del proprio benessere e a farli sentire, in un certo senso, “come i grandi”.

 

In questo articolo vedremo insieme 4 modi per rendere più semplice il rapporto tra apparecchio trasparente e bambini.

 

Continua a leggere!

 

Invisalign è l’apparecchio trasparente per bambini e adulti che ha portato i trattamenti ortodontici su un nuovo livello.

Se prima l’unica opzione percorribile erano apparecchi particolarmente visibili, con fastidiose placchette e fili metallici, ora è possibile allineare il sorriso con l’azione di una serie di mascherine praticamente invisibili e rimovibili.

Massimo del comfort e zero imbarazzi, con Invisalign nessuno dovrà più preoccuparsi di mostrare un sorriso costellato di componenti in ceramica o in metallo, e anche l’igiene orale risulterà più semplice.

Tutto questo può rappresentare un vantaggio anche per i più piccoli, l’importante è dar loro tutti gli strumenti necessari per gestire al meglio l’apparecchio.

 

A COSA PRESTARE ATTENZIONE? LO VEDIAMO IN 4 PUNTI.

1• Kit da viaggio per l’igiene orale

È importante togliere la mascherina prima di mangiare e lavare i denti dopo ogni pasto, il problema è che non sempre il tuo piccolo si trova a casa e sotto la tua supervisione.

Il nostro consiglio è quello di andare con lui al supermercato e fargli scegliere un mini kit da viaggio per l’igiene orale, contenente spazzolino e dentifricio in formato tascabile.

Solitamente gli scaffali ne sono pieni e far scegliere questo accessorio al tuo bimbo lo farà certamente sentire importante e di conseguenza il fatto di portare a scuola il suo kit potrà essere per lui motivo di orgoglio.

2• Scatolina personalizzata

Insieme a ogni mascherina verrà consegnata anche una scatolina protettiva rigida.

Perché non personalizzarla insieme al tuo bambino, ad esempio con adesivi colorati? Sicuramente la sentirà molto più sua e, perché no, potrebbe iniziare una piccola collezione mano a mano che le mascherine si susseguono.

3• Apparecchio trasparente bambini: insegnagli la tecnica giusta

Invisalign è semplice da togliere e da mettere, ma è importante che il piccolo impari la tecnica giusta.

Assicurati di ripeterla insieme a lui più volte, soprattutto nei primi periodi, e fagli capire che si tratta di un compito delicato e “da grandi”.

4• Non dirgli sempre tutto

Una volta trascorsi i primi momenti di “assestamento”, prova a non ricordargli tu quando è il momento di togliere la mascherina o di lavarsi i denti.

Fai finta di dimenticartene e lascia che sia lui stesso a ricordarsi cosa va fatto. Sarà un modo per renderlo sicuramente più responsabile e per farlo crescere.

 

APPARECCHIO TRASPARENTE BAMBINI: LA QUESTIONE È SEMPLICE

Hai letto tutti i nostri consigli? Allora sicuramente avrai capito quanto può essere vantaggioso Invisalign per il tuo piccolo.

Un apparecchio che allinea i denti, migliora il suo sorriso e che lo fa anche diventare un po’ più responsabile… meglio di così!

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nostri servizi e contattaci per prenotare una visita.

gengive infiammate nei bambini

Gengive infiammate nei bambini: perché e cosa fare?

Gengive infiammate, sanguinamento e cambiamento di colore e forma delle stesse sono tutti fattori riconducibili alla gengivite.

Può capitare, purtroppo, di notare le gengive infiammate anche nei bambini

Perché succede e cosa è opportuno fare?

Leggi il nostro articolo per saperne di più.

PARTIAMO DALL’INIZIO: COS’È LA GENGIVITE

La gengivite è un’infiammazione delle gengive che, se non trattate correttamente, negli adulti può causare la perdita dei denti.

Si manifesta con degli episodi di sanguinamento gengivale, uniti a sintomi come alito cattivo, strano gusto in bocca e cambiamento sia del colore che della forma delle gengive.

Se non curata, l’infiammazione avanza e potrebbe causare spazi tra i denti, recessione delle gengive e la sensazione di avere i denti che si muovono.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA GENGIVITE

La principale causa della gengivite è la presenza di batteri nel cavo orale. I batteri formano uno strato sottile sui denti che permette la continua formazione di placca e, successivamente, di tartaro. Questi, col passare del tempo, causano l’infiammazione delle gengive e il sollevamento dei tessuti che espone i denti ai batteri.

Una scarsa igiene orale quotidiana alimenta la presenza di batteri e, quindi, l’aggravarsi dell’infiammazione.

Altri fattori che aiutano il rischio di gengivite sono:

  • fumo;
  • invecchiamento;
  • diabete;
  • infezioni del cavo orale;
  • malattie immunitarie.

 

GENGIVE INFIAMMATE NEI BAMBIMI: PERCHÉ?

Anche nel caso in cui sia in atto un’infiammazione alle gengive dei bambini, la causa principale è da ricondurre alla presenza di placca batterica. I batteri presenti nel cavo orale, non essendo stati rimossi con le corrette manovre di igiene orale domiciliare, proliferano e causano alcuni sintomi che compaiono anche negli adulti. 

Nei bambini si nota l’infiammazione dei tessuti e la successiva perdita di osso attorno ai denti da latte – di solito viene colpita la zona dei molari e degli incisivi da latte. In alcuni casi gravi, la gengivite può portare alla parodontite (comunemente conosciuta come piorrea) anche nei più piccoli e questa può colpire direttamente i denti da latte.

 

COME CURARE LE GENGIVE INFIAMMATE NEI BAMBINI

Per prima cosa è necessario eliminare i batteri che causano la gengivite, per evitare che l’infiammazione peggiori e per risolvere correttamente l’infiammazione in atto.

Nei primi anni di vita è possibile detergere le gengive grazie a delle garze bagnate nell’acqua. Mano a mano che crescono, è importante insegnare loro come utilizzare gli strumenti per una corretta igiene orale: spazzolino, dentifricio e filo interdentale sono i migliori amici della bocca per evitare l’insorgere della gengivite. gengive infiammate nei bambini

La pulizia quotidiana domiciliare, però, non basta: è bene fissare delle seduta di igiene orale dal dentista 2 volte l’anno. 

Se il bambino presenta l’infiammazione delle gengive è opportuno tenere monitorata la situazione perché, col passare del tempo, questa potrebbe provocare danni più gravi come la perdita di alcuni denti.

IN CONCLUSIONE

La situazione del cavo orale dei vostri bambini non è mai da sottovalutare, così come la comparsa di sintomi strani… Dateci sempre un’occhiata e ricordate di fissare visite periodiche!

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nostri servizi e contattaci per prenotare una visita.

migliorare sorriso

Migliorare il sorriso con Invisalign®? Ecco come!

Chi l’ha detto che Invisalign® permette di sistemare problemi di malocclusione solo in giovane età?

Le mascherine trasparenti, in realtà, sono uno strumento amato anche dagli adulti che desiderano migliorare il loro sorriso.

Dimenticate il disagio a livello estetico e fisico: con l’apparecchio trasparente è possibile migliorare il sorriso evitando gli spiacevoli ferretti degli apparecchi tradizionali!

Leggi il nostro articolo per saperne di più.

INVISALIGN®: LE MASCHERINE TRASPARENTI

Fino a poco tempo fa, l’unica opzione per riallineare i denti erano gli apparecchi tradizionali, formati da placchette e fili metallici.
L’apparecchio trasparente si è guadagnato spazio e importanza nell’ortodonzia, tanto da diventare la soluzione preferita dagli adulti per risolvere varie problematiche. Questo perché gli adulti, a differenza dei bambini, provano in genere un forte senso di imbarazzo e vergogna a mostrarsi con l’apparecchio ortodontico in pubblico. Di cosa si tratta concretamente? L’apparecchio trasparente è formato da particolari dispositivi, costruiti con polimeri trasparenti, che circondano completamente i denti. In questo caso non sono previsti fili o elementi in metallo: semplicemente una mascherina, che si posiziona in maniera facile e veloce ed è completamente trasparente.

Di cosa si tratta concretamente? L’apparecchio trasparente è formato da particolari dispositivi, costruiti con polimeri trasparenti, che circondano completamente i denti. In questo caso non sono previsti fili o elementi in metallo: semplicemente una mascherina, che si posiziona in maniera facile e veloce ed è completamente trasparente.

COME FUNZIONA L’APPARECCHIO TRASPARENTE

Grazie all’apparecchio è possibile correggere vari effetti di malocclusione, che si verificano quando le arcate non si chiudono correttamente causando, così, il disallineamento dei denti.

La creazione delle mascherine si effettua partendo da un’impronta digitale dell’arcata interessata tramite un apposito scanner digitale. Questa viene inviata al laboratorio, assieme ad una scheda che contiene le preziose indicazioni dell’ortodontista sugli spostamenti di ogni singolo dente. Il paziente dovrà semplicemente seguire le istruzioni fornite dal dottore e rispettare le visite di controllo, fino al raggiungimento del risultato prestabilito.

MIGLIORARE IL SORRISO CON INVISALIGN®

Ecco i vantaggi offerti da questa innovativa tecnica:

• a livello estetico, verranno eliminati i problemi di disagio e imbarazzo in quanto le mascherine sono completamente trasparenti e impercettibili ad occhio nudo;

• questo sistema garantisce assoluta precisione perché le moderne tecnologie digitali permettono di pianificare minuziosamente il trattamento;

• sarà possibile notare i progressi del sorriso, constatando i miglioramenti quotidianamente;

• non si presenteranno episodi di irritazione alla lingua e alle gengive perché non sono presenti elementi metallici;

• non limita la funzione masticatoria;

• è consigliato anche ai pazienti che presentano allergie ai metalli.

migliorare sorriso

IN CONCLUSIONE

Non rinunciare a migliorare il sorriso.. la soluzione esiste! Scegli Invisalign® e tornerai a sorridere senza alcun imbarazzo!

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nostri servizi e contattaci per prenotare una visita.

Merenda sana da portare a scuola, perché è così importante

Avete mai pensato all’importanza di una merenda sana da portare a scuola?

Il ritorno alla routine degli studi può essere una piccola tragedia per i nostri piccoli, ma per fortuna la merenda è sempre lì per “salvarli”! 

Continua a leggere l’articolo per scoprire quali sono i nostri consigli per aiutarti a scegliere la merende dei tuoi piccoli!

Ora che le ferie sono finite e, per la gioia dei più piccoli, le scuole stanno per riaprire. 

Come ben sappiamo, l’intervallo è il momento preferito di ogni studente e perché non renderlo ancora più speciale con una merenda gustosa? 

L’IMPORTANZA DELLA MERENDA DA PORTARE A SCUOLA

La maggior parte delle persone non si preoccupa degli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio ma, in realtà, sono dei pasti a tutti gli effetti. 

Il consenso scientifico in materia suggerisce che per i giovani studenti queste pause siano ancora più importanti che per gli adulti! Sono degli intermezzi assolutamente necessari per mantenere alta la loro capacità di apprendimento e la loro reattività. 

In generale, si consiglia di consumare pasti leggere e bilanciati, da intervallare con delle merende pensate non come un “riempitivo”, ma come una vera e propria parte fondamentale dell’alimentazione dei nostri piccoli.

SANA ALLEATA DELLA SALUTE

Un’ottima abitudine per la salute di adulti e bambini è suddividere i pasti equamente nel corso della giornata. Insieme a colazione, pranzo e cena, è consigliato aggiungere due merende così da ottenere cinque pasti giornalieri. 

Il beneficio principale di questa ripartizione è la distribuzione dell’energia nella giornata. “Mangiare poco e spesso” dovrebbe essere la frase da seguire per assicurarti una scorta di energia sufficiente a restare attivi tutta la giornata, senza affaticare la digestione. Questo perché il processo digestivo, se eccessivamente intenso, può causare sonnolenza e simili impedimenti; quindi bisogna sempre cercare di trovare quel giusto bilanciamento tra un pasto energetico e non eccessivamente pesante. 

Un altro vantaggio degli spuntini è la mancanza di fame che si percepisce mano a mano che ci si avvicina ai pasti principali. Così facendo, è possibile ridurre l’apporto calorico complessivo e la quantità di cibo.

Per i bambini, la merenda costituisce un momento fondamentale della giornata, utile al fisico e alla mente. Inoltre, gli spuntini consentono di riacquisire la carica necessaria per mantenere l’attenzione fino al suono della campanella.

 

COME DEVE ESSERE LA MERENDA SANA PER BAMBINI

La merenda da portare a scuola deve essere:

  • variegata: l’alimento dovrebbe essere diverso tutti i giorni, per abituare il bambino a mangiare cose diverse. Un’idea potrebbe essere un particolare frutto di stagione (che è anche una scelta molto green ed ecologicamente sensibile);
  • proporzionata: le calorie devono essere contenute, scegliendo cibi non troppo grassi e pieni di zucchero o sale. Questo perché la merenda dovrebbe evitare di appesantire;
  • moderata: è utile calcolare una porzione sia per metà mattina che per metà pomeriggio.

In generale, la merenda di metà pomeriggio dovrebbe essere un pò più consistente, soprattutto se il bambino pratica sport. Gli alimenti da prediligere, in generale, sono:

  • mix di frutta e proteine: frutto, yogurt o una porzione di frutta secca. Per il pomeriggio si può abbinare anche una porzione di frutta con della frutta secca;
  • dolci fatti in casa: le merendine confezionate possono essere sostituite con qualcosa di gustoso e invitante, come una torta margherita o dei biscotti fatti in casa;
  • pane e simili: il pane è un ottimo alimento da consumare assieme a del prosciutto cotto oppure con uno strato di marmellata. Altri prodotti simili al pane sono assolutamente indicati come scelta per la merenda da portare a scuola. 

 

IN CONCLUSIONE

La merenda sana da portare a scuola è importante tanto quanto i pasti principali, e per i bambini è un’ottima fonte di energia. Attenzione però: deve essere sana e bilanciata!

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nostri servizi e contattaci per prenotare una visita.

come avere denti bianchi e dritti

Come avere denti bianchi e dritti? Scegli Invisalign®!

Vorresti avere denti dritti e bianchi?

Ti sveliamo un segreto… Esiste una soluzione che ti permette di rendere i tuoi denti luminosi e sistemarne la posizione: l’apparecchio trasparente Invisalign®

Se ti abbiamo incuriosito, continua a leggere l’articolo per sapere come avere denti bianchi e dritti nello stesso momento.

INVISALIGN®: APPARECCHIO CHE ALLINEA I DENTI

Invisalign® è l’apparecchio trasparente adatto a grandi e piccini: comodo e impercettibile.

Le mascherine trasparenti vengono create su misura dopo aver eseguito diversi esami di controllo come ortopanoramiche, impronte di precisione e scansioni intraorali, che permettono di acquisire la conformazione reale delle arcate. Il materiale utilizzato è un tipo particolare di plastica, particolarmente invisibile e molto sottile.

COS’È L’APPARECCHIO FISSO?

L’apparecchio fisso è l’apparecchio tradizionale e, come dice il nome stesso, non prevede la possibilità di essere rimosso. 

Questo tipo di apparecchio viene agganciato ai denti attraverso delle placche, ciascuna posizionata sul dente interessato, collegate tra di loro attraverso dei fili metallici.

PERCHÉ SCEGLIERE INVISALIGN® 

L’apparecchio trasparente è la scelta che unisce la necessità di risolvere problemi legati al cavo orale e migliorare l’aspetto dei denti lavorando a livello estetico. 

 

  • Comodo: la comodità dell’apparecchio trasparente è una delle caratteristiche più apprezzate. Le mascherine sono facili da indossare e da togliere, si puliscono in maniera molto semplice e il cambio mascherine dopo circa due settimane viene eseguito in completa autonomia. Inoltre, la possibilità di rimuoverlo fa sì che lo stesso non interferisca con la quotidianità, permettendo di svolgere qualsiasi tipo di attività.

 

  • Trasparente: questo apparecchio utilizza delle mascherine trasparente che sono impercettibili ad occhio nudo. Questo particolare rende Invisalign® amato anche da chi, in età adulta, sceglie di riallineare i propri denti senza andare incontro a situazioni imbarazzanti.

 

  • Indolore: indossare l’apparecchio trasparente è un piacere! Non provoca dolore, se non una leggera sensazione di fastidio durante la sostituzione delle mascherine. 

 

  • Sicuro: parliamo di sicurezza per quanto riguarda lo sviluppo di carie o di infezioni. La rimozione delle mascherine consente di mangiare qualsiasi alimento e di pulire i nostri denti senza problemi. La mancanza di componenti in metallo – tipiche dell’apparecchio tradizionale – impedisce eventuali fastidi e irritazioni.

 

LA SCELTA MIGLIORE PER DARE NUOVA LUCE AL TUO SORRISO!

La maggior parte delle persone pensa che l’apparecchio trasparente venga utilizzato solo per riallineare i denti e per sistemare problemi di malocclusione… Ma nessuno ha mai pensato ai vantaggi che apporta a livello estetico?

Le mascherine sono formate da un materiale termoplastico trasparente, che rende immediatamente i denti più bianchi e brillanti. Per un risultato duraturo anche a fine trattamento fissa una visita di sbiancamento dentale professionale da Smile.PRO!

Cosa aspetti a dare nuova luce al tuo sorriso?

IN CONCLUSIONE

I vantaggi di Invisalign® ormai li conosciamo bene, ma forse nessuno ha ancora capito che può essere anche un’ottima soluzione per migliorare il colore dello smalto dei denti. Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato sui nostri servizi e contattaci per prenotare una visita.