1-prima visita

Prima visita

Effettuiamo una mirata raccolta dei dati anamnestici, esaminiamo il volto, le ossa, i denti e i tessuti molli intraorali (lingua, labbra, guance) e valutiamo le problematiche da trattare.

2-piano di trattamento

Piano di trattamento

Durante la prima visita ti spieghiamo la diagnosi e le apparecchiature previste, e ti illustriamo la terapia più adatta per risolvere il problema e ottenere risultati nel minor tempo possibile.

3-check up ortodontico

Check-up ortodontico

A seconda delle necessità eseguiamo altri esami come la radiografia o la scannerizzazione dentale con la tecnologia intraorale e cominciamo a stendere un piano di trattamento mirato.

3-check-up

Check-up ortodontico

Raccogliamo i dati necessari alla diagnosi e all’impostazione del piano di trattamento.

Tra questi: la radiografia panoramica delle arcate, che fornisce indicazioni sulla presenza e sulla posizione dei denti; la teleradiografia del cranio, per lo studio dei rapporti reciproci dei denti e delle due arcate; i modelli tridimensionali, per ottenere un’immagine precisa della situazione e stabilire l’entità della malocclusione; le fotografie del volto e dei denti che, insieme alla scansione intraorale della dentatura, servono per per analizzare le proporzioni e delineare un piano di trattamento con finalità sia funzionali sia estetiche.

Vuoi saperne di più sul metodo SMILE.PRO nel trattamento degli adulti?

I nostri risultati

Lo scanner Intraorale

la nuova tecnologia che ha rivoluzionato la presa dell’impronta dentale.

Si passa un apposito apparecchio per ottenere una scansione digitale della bocca che viene trasformata in immagine digitale e inviata a un programma che provvede a ottenere il modello in 3D. In 5 minuti otteniamo un’impronta estremamente precisa in modo non invasivo per il paziente ed efficace per il dentista.

Dicono di noi

INVIACI I TUOI DATI

Ti contatteremo per darti le informazioni di cui hai bisogno e per prendere un appuntamento.

Domande frequenti

Quanto dura in media un trattamento ortodontico?

La durata è variabile e dipende dal problema da trattare: può durare da pochi mesi a 2, massimo 3 anni nell’adulto. Nel bambino in crescita invece si usa alternare periodi di trattamento ad altri di attesa a causa del continuo sviluppo della dentatura.

Qual è la differenza tra l’impronta dentale tradizionale e l’impronta digitale?

Quella tradizionale è più fastidiosa per il paziente e laboriosa per il dentista perché viene utilizzata una pasta dentale che, posizionata sull’arcata, deve avere il tempo di indurirsi e prenderne la forma. Lo scanner digitale è invece molto veloce, più preciso, e decisamente non invasivo.

Non ho mai usato un apparecchio tradizionale o Invisalign: avrò le giuste indicazioni?

Non c’è da preoccuparsi, sia per gli apparecchi fissi che per Invisalign ci preoccupiamo di dare tutte le informazioni necessarie ai nostri pazienti, comprese indicazioni su cibi e bevande consentiti e consigli per l’igiene dentale e la pulizia dei dispositivi medici utilizzati.